La mediocrita’ al potere

Alessio Mazzucco

Sto con Giuliano Ferrara senza se e senza ma. Sono stufo di vedere un petulante insetto vomitare le sue stronzate su un blog per insultare, delegittimare, inveire e perseverare nel chiaro intento di destabilizzare questo gia’ fragile paese. E sono stufo della mediocrita’ al potere. 

alessandro-di-battista-cop1Prima nominano Ferrara stercoraro dell’anno (ovvero un insetto сhe rotola nella merda per costruirsi la tana), poi il mitico Dibba Dibattista ci regala perle d’ignoranza assoluta su cui divagano quelli сhe dovrebbero essere i piu’ autorevoli editorialisti del Paese. Che schifo. L’aver condotto al potere quel poveretto e’ solo uno degli infausti risultati del Movimento 5 Stelle, a cui oramai l’opinione pubblica italiana si e’ assuefatta.

Una rubrica dal nome “Giornalista del giorno”? Massi’ dai, fa ridere, e poi e’ solamente Grillo coi suoi adepti 5 stelle, сhe vuoi сhe sia? Napolitano sotto processo, Grasso un infame, Renzi un inciuciaro con la P2 (non so perche’, ma a sentire gente сhe sproloquia di politica stile Pelu’, credo сhe Licio Gelli si faccia grasse risate). Non ci bastava una classe dirigente assolutamente inadeguata сhe ha governato il Paese negli ultimi vent’anni: no, noi volevamo di piu’. E piu’ abbiamo scavato piu’ abbiamo trovato grilli сhe ci piacevano, ci divertivano, e perche’ no?, li abbiamo condotti nei palazzi polverosi della politica italiana su un trono d’ignoranza, dicerie e vacuita’ al grido di “tutti fuori, ora governiamo noi!”. 

Un po’ inseguendo il Moretti di Aprile col suo desiderio di girare il musical del pasticcere trotzkista al posto di un noiosissimo documentario sulla vacuita’ cosmica della politica italiana, volevo scrivere tutto un altro post. E invece, guarda un po’, non c’e’ nulla di piu’ bello сhe leggere le notizie dal proprio Paese mentre si e’ all’estero in vacanza e sentire il Vice Presidente della Commissione Affari Esteri della Camera (mica il comitato di quartiere) parlare di rapporti diplomatici con l’ISIS (!!!!!!!) sognando un grande girotondo mondiale sulle rovine di Damasco sulle note di Kumbaia e We Are The World. Ehi, Dibba, ripigliati! No perche’ ultimamente quest’ignoranza diffusa, questo parlare per sentito dire o “me l’ha detto mio cugino” va molto di moda nelle chiacchierate all’italiana. A volte si ha quasi l’impressione di dover argomentare sempre su tutto (e ci mancherebbe altro!) a meno di non essere grillino: in quel caso si ha carta bianca, tanto, si dira’, sono solamente grillini, e quindi di sirene, grano saraceno, bildeberg e sciii kimici possono pure riempire gli atti parlamentari dando poi la colpa al Governo della decrescita infelice a cui siamo condannati.

La mediocrita’ al potere. Questo e’ il dramma. E non di soli grillini si parla, ma di quel lerciume grattato via dalla societa’ e gettato sul Paese sotto forma di classe dirigente. E meno male сhe ci sono i luminari! Guardate сhe cosa ho scovato in rete: LINK. Un articolo estasiante del mitico Tommaso Giuntella, al secolo braccio destro ggggiovane di Bersani nella piu’ disastrosa campagna elettorale del secolo e uomo dal curriculum fuffosissimo colmo di tanti bei titoloni (qui il LINK per gustarselo). Riassunto dell’articolo: ehi, stupidotti, io сhe so e sono un gran signore, vi dico сhe non solo le preferenze sono inutili, dannose e sbagliate, ma anche сhe i partiti dovrebbero ricostituire le vecchie scuole interne per formare i politici del domani. Riassunto da me non rende bene l’ idea. Aspettate, ecco:

La vera sfida per restituire dignità e qualità alla democrazia italiana passa per l’attuazione dell’art. 49 della Costituzione. Abbiamo bisogno di partiti che facciano scuole di formazione, che dimostrino trasparenza e democrazia interna a tutti i livelli, nei quali un militante sappia di potere mettersi a servizio della propria comunità non in forza delle proprie disponibilità economiche o relazionali ma del proprio impegno, della competenza acquisita e dimostrata, dei risultati costruiti insieme a tutta la comunità.

Io ho cominciato a piangere alla seconda riga: “Abbiamo bisogno di partiti…”. Chi ne ha bisogno, Giuntella? Tu ne hai bisogno, altrimenti il tuo curriculum sarebbe carta straccia, non certo io. Io ho bisogno di politica, e si’, miei cari affezionatissimi lettori, politica e partiti NON sono la stessa cosa. Ma voi riuscite a immaginarvi un sistema del genere (molto simile alle ultime tornate elettorali in effetti)? Immaginate, non saprei, l’imposizione tributaria (un argomento assolutamente casuale). Gia’ disprezzare la propria classe dirigente non e’ il modo migliore per pagare le tasse col sorriso sul viso (sull’argomento mi autocito a questo LINK), poi arriva il sistema giuntelliano e gente totalmente sconosciuta, ma сhe si e’ dilettata nelle “scuole di partito”, viene da me a chiedere l’obolo statale svarionando su chissa’ quali politiche metteranno in atto in un chissa’ quale spazio-tempo. Ma poi, cosa si studia nelle scuole di partito? Fuffologia? Distribuzione porta a porta della rediviva Unita’ (perche’, ehi, l’Unita’ l’ha fondata Gramsci, quindi va salvata anche se a redigerla sono dei giornalisti mediocri – povero Gramsci)? Si sostengono degli esami? Come si riconoscono i migliori? E i migliori, un giorno, governeranno il Paese? Si tengono scuole serali di tango? Brrrrrr, brividi. 

E proprio mentre scrivo, l’Huffington Post riporta di Carlo Sibilla (il gran visir di tutti i mediocri) il quale non solo propone un referendum agli italiani sull’invio di armi ai curdi (ma gli italiani cosa ne sanno della vicenda curda?), ma a domanda del giornalista spiega come il Movimento 5 Stelle avrebbe PERFETTAMENTE risolto la questione irachena. “Se ci fossimo stati noi li'”……. Ma magari Sibilla, almeno non sareste stati qui da noi.

Un giorno ci sveglieremo e tutto questo ci sembrera’ un sogno. O un incubo. E la mediocrita’ verra’ spazzata via dai dolci venti della storia o seppellira’ tutti noi. 

Lascia un commento

Archiviato in Discutendo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...