Froci, il PD non vi Ama

Giovedì il Partito Democratico ha votato in blocco a favore della nuova legge contro l’Omofobia e oggi tutti a parlare dell’eccezione per opinioni politiche o confessionali e tutte queste sacrosante considerazioni tecniche.

Ma il punto è un altro.

L’altra sera ho urlato a più riprese contro il televisore dando del “Frocio” al giocatore Lituano di turno che piazzava la tripla, stritolando la povera nazionale di Basket Italiana.

Urlavo proprio a ripetizione: “Sto Frocio!”, decine e decine di volte. Naturalmente lo facevo in tono dispregiativo. Se credo davvero che essere frocio sia deprecabile? Assolutamente no. Al contrario. Per questa ragione non vorrei aver inconsciamente accumulato decine e decine di capi d’accusa.

Ora, io non sono un fine giurista, ma ovviamente mi è chiarissimo che nessuno mi porterà in tribunale per qualcosa del genere. Mi è altrettanto chiaro che se qualcuno, 10 giorni fa, avesse iniziato a urlare con proposito palesemente intimidatorio “Brutto Frocio vieni qui che ti ammazzo!” a un ragazzo Frocio per strada, un poliziotto (anche non Frocio) avrebbe potuto tranquillamente e legittimamente intervenire. Anche senza legge contro l’Omofobia.

Questo perché la legge contro l’Omofobia è una puttanata pazzesca. Ma non è che lo dica (solo) perché mi piace scrivere le parolacce. Lo dico nel vero senso della parola. E’ una manifestazione di prostituzione politica.

Una puttana ti compiace in cambio di soldi. Ma non ti ama. Anzi, non gliene frega proprio un cazzo di te, di chi sei, di cosa fai, se sei felice oppure no. Che in fin dei conti, buon sesso a parte, è quello che conta in una relazione.

Amici Froci e amiche Lesbiche, io di solito uso il termine con cui per anni siete stati offesi e discriminati spesso e volentieri come intercalare, come offesa superficiale e ci sta che vi dia fastidio. Se mi chiedeste di smettere, ci proverei. Ma è nel mio vocabolario, come la bestemmia è nel vocabolario dei veneti, come la puttana, che in bocca a chiunque è sempre una porca, come la figa è nel vocabolario dei milanesi, come il cazzo è nel vocabolario di tutti gli altri. Ma che sei Frocio? Che è sta Frociata? C’hai il culo sfondato! Rimarranno nel nostro vocabolario, con tutta la loro potenziale carica discriminatoria, per anni e anni e anni e non c’è legge che possa vietarlo. Nonostante la sinistra italiana proprio non riesca a capire che la cultura di un popolo non si cambia a suon di decreti.

Qui bisogna decidere se vogliamo fare dell’odio contro gli Omosessuali e dei diritti degli Omosessuali una questione poco più che semantica, oppure una questione di contenuto. Per cosa sta combattendo il Partito Democratico con questa legge? Per mettere ai lavori socialmente utili uno che odia i Froci? Che lo va a dire in giro? Che prova a convincere gli altri che i Froci dovrebbero essere odiati? Vi renderebbe felici vederli ripulire la piazza a forza dopo un Gay Pride?

Certo che si. Farebbe piacere anche a me al posto vostro. Cambierebbe qualcosa nella percezione che le persone hanno degli omosessuali in Italia? Ne dubito fortissimamente. E soprattutto, al posto vostro, rimarrei triste, insoddisfatto, infelice. Proprio come dopo essere stato con una puttana.

Lo sarei perché non potrei sposarmi. Perché non potrei stare vicino al mio partner in situazioni tragiche dal punto di vista medico. Perché non potrei intestargli la mia eredità.

Perché non potrei adottare e crescere con lui un bambino.

Se avessi finalmente diritto a tutte queste cose, me ne sbatterei alla grandissima di un coglione che mi urla “Frocio!” per strada. Perché io sarei felice con la mia famiglia, mentre lui resterebbe una testa di cazzo con qualche scompenso affettivo.

La testa della gente non si cambia per legge. Gli atti violenti e discriminatori contro la persona sono già punibili. La vera discriminazione nei vostri confronti si colma solo conferendovi i diritti che oggi vi vengono negati, non vietando una serie di condotte a tutti gli altri.

Il PD lotta per comprarvi una soddisfazione melliflua, una scopata e via, ma resta dichiaratamente contrario all’idea che voi possiate essere felici con il vostro compagno, con vostro marito, con vostro figlio. Non è forse questa di per sè la più grande delle discriminazioni concepibili?

Il PD non vi chiama Froci e non vuole che vi ci chiamino gli altri, ma non vi ama.

“Io sono etero e supporto incondizionatamente l’unione e l’adozione per Froci e Lesbiche”.

L’unica vera rivoluzione sessuale parte da questa affermazione.

Lascia un commento

Archiviato in Discutendo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...